Le comunità solidali 2021: webinar di approfondimento

“Progettare per Le Comunità Solidali” è il titolo del webinar di approfondimento relativo all’avviso pubblico del CSV Napoli in scadenza il prossimo 31 gennaio.

Tutte le ODV, che hanno intenzione di candidare una propria idea, possono partecipare all’incontro online di approfondimento che si terrà martedì 18 gennaio p.v. alle ore 16.00 e interagire con i consulenti del CSV Napoli per dirimere eventuali dubbi su progettazione descrittiva, requisiti di partecipazione e aspetti di ammissibilità delle spese per la corretta formulazione del piano dei costi.

Per partecipare al webinar è necessario compilare l’apposito form attraverso l’area riservata del sito csvnapoli.it.

A seguito della richiesta di iscrizione verrà comunicato il link per accedere all’incontro online.

 

Lavoratori autonomi occasionali: obbligo di comunicazione preventiva all’Ispettorato del lavoro

Dal 21 dicembre 2021, a seguito delle modifiche introdotte in sede di conversione al Decreto Legge 146/2021 (dalla Legge 215/2021), è vigente una nuova disposizione che prevede l’obbligo di comunicazione preventiva all’Ispettorato Territoriale del Lavoro in caso di avvio di un rapporto con lavoratori autonomi occasionali al fine di consentire alle istituzioni una attività di monitoraggio e di contrastare forme elusive nell’utilizzo di tale tipologia di contratto.

L’omessa o ritardata comunicazione a ITL comporta una sanzione amministrativa da € 500,00 a € 2.500,00, per ciascun rapporto occasionale e non è applicabile la procedura della diffida (che prevederebbe la possibilità di chiudere il verbale dell’Ispettore pagando una sanzione in misura ridotta); dovrebbe però applicarsi l’art. 16 della legge 689/1981 che consente la riduzione della sanzione all’importo più conveniente tra il doppio del minimo e un terzo del massimo.

La legge prevede inoltre l’applicazione di un provvedimento di sospensione dell’attività da adottare nel caso in cui vi sia un impiego di personale in misura pari o superiore al 10% dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro, al momento dell’accesso ispettivo, senza preventiva comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro (ai fini del conteggio risultano compresi i lavoratori autonomi occasionali in assenza delle nuove condizioni introdotte dal Legislatore).

Per tutto il periodo di sospensione è fatto divieto all’impresa di contrattare con la pubblica amministrazione e con le stazioni appaltanti, come definite dal codice dei contratti pubblici, di cui al D. Lgs. 18 aprile 2016, n. 50. A tal fine il provvedimento di sospensione è comunicato all’Autorità nazionale anticorruzione (ANAC) e al Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, per gli aspetti di rispettiva competenza al fine dell’adozione da parte del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili del provvedimento interdittivo. Il datore di lavoro è tenuto a corrispondere la retribuzione e a versare i relativi contributi ai lavoratori interessati dall’effetto del provvedimento di sospensione.

Il nuovo obbligo di comunicazione preventiva decorre dal 21/12/2021 e riguarda i rapporti di lavoro sorti successivamente a tale data; per le modalità di trasmissione dei dati ogni sede dell’Istituto Nazionale del Lavoro dovrebbe aver predisposto apposito indirizzo di posta elettronica, reperibile ad esempio sul sito internet della sede o telefonando direttamente al centralino.

La trasmissione della comunicazione potrà essere effettuata direttamente dal committente ovvero dai soggetti abilitati ex art.1 della Legge n.12/1979 (ad esempio il consulente del lavoro…).

Si ritiene valida la comunicazione effettuata fino ad un minuto prima dell’inizio della prestazione lavorativa (in presenza della comunicazione non potrà eventualmente scattare il provvedimento di sospensione dell’attività lavorativa anche se, in presenza di rapporti fasulli, vi potrà sempre essere un disconoscimento del rapporto con applicazione delle relative sanzioni).

Scarica la nota del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con cui si forniscono le prime indicazioni utili al corretto adempimento del suddetto obbligo.

 

Consapevoli del cambiamento. La riforma del Terzo settore e la sfida di una comunicazione efficace

Tutti gli enti del Terzo settore sono chiamati ad adeguarsi ai nuovi scenari disegnati dalla riforma del Terzo settore che, con l’avvio del registro unico nazionale lo scorso novembre, ha fatto un importante passo in avanti nella sua attuazione. Per fare la differenza, sono necessari riferimenti normativi chiari e applicabili, un forte coordinamento tra le istituzioni nazionali e i livelli locali, ma anche tanta cultura diffusa e maggiore consapevolezza dei processi di cambiamento da parte delle organizzazioni.

CSVnet, l’associazione nazionale dei centri di servizio per il volontariato e Forum nazionale del Terzo settore, insieme alla Direzione Generale del Terzo Settore e della responsabilità sociale delle imprese del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, fanno il punto sull’importanza di una comunicazione efficace e puntuale per favorire l’attuazione della nuova normativa. L’incontro “Consapevoli del cambiamento. La riforma del Terzo settore e la sfida di una comunicazione efficace” in programma mercoledì 19 gennaio dalle ore 11 alle 12, sarà trasmesso in diretta streaming sui canali youtube e facebook di Cantiere terzo settore.

Per l’occasione, inoltre, saranno presentati i dati del progetto di comunicazione Cantiere terzo settore, frutto della collaborazione tra i due enti maggiormente rappresentativi del mondo dei centri di servizio per il volontariato e del Terzo settore riconosciuti a livello istituzionale dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. Entrambi, infatti, fanno parte del Consiglio Nazionale del Terzo settore, istituito con funzioni consultive, di nomina e di vigilanza, monitoraggio e controllo sull’applicazione della normativa sul Terzo settore.

Il portale www.cantiereterzosettore.it nasce dalla volontà di rendere la normativa accessibile a tutti: agli operatori ed ai professionisti, ai cittadini così come ai funzionari della pubblica amministrazione. Il progetto è la “voce” dell’ufficio giuridico-legislativo sul Terzo settore, frutto della collaborazione tra CSVnet e Forum Nazionale del Terzo Settore con l’obiettivo di sviluppare e promuovere cultura e ricerca sulla riforma, sul diritto del Terzo settore e il suo impatto, sia teorico che pratico.

PROGRAMMA

Saluti istituzionali
Chiara Tommasini – presidente CSVnet
Vanessa Pallucchi – Portavoce Forum nazionale Terzo settore

Intervento di Alessandro Lombardi – Direttore Generale del Terzo Settore e della responsabilità sociale delle imprese del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali

L’importanza di una interpretazione condivisa della riforma del Terzo settore
Massimo Novarino
 – Coordinatore dell’Ufficio giuridico-legislativo del Terzo settore

Come rispondere a un crescente bisogno di informazione: i numeri di Cantiere terzo settore
Lara Esposito
 – Coordinamento editoriale Cantiere terzo settore

Modera il giornalista Giulio Sensi

Convegno nazionale “BOND BUILDING FOR TEENS”

Si terrà giovedì 27 gennaio a partire dalle ore 9.30 il Convegno nazionale online “Bond Building For Teens. Urgenze e buone prassi di affiancamento familiare degli adolescenti accolti nei servizi residenziali”, promosso dalla Federazione Progetto Famiglia, d’intesa con il Dipartimento per le Politiche Familiari della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Interverranno:
Marco Giordano, presidente nazionale Federazione Progetto Famiglia
Tiziana Zannini, direttore generale Ufficio “Politiche per la Famiglia” del Dipartimento Famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri
Gemma Tuccillo, capo Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità del Ministero della Giustizia (messaggio) *
Adriana Ciampa, dirigente Divisione “Politiche per l’Infanzia e l’Adolescenza” del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Gianmario Gazzi, presidente CNOAS – Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Assistenti sociali
Marco Rossi Doria, presidente Con i Bambini (videomessaggio)
Cristina Maggia, presidente AIMMF – Ass. Italiana dei Magistrati per i Minorenni e per la famiglia
Chiara Labanti e Manuela Merlatti, referenti CNSA – Coord. Nazionale Servizio Affidi
Federico Zullo, presidente nazionale Ass. Agevolando
Liviana Marelli, referente nazionale area minori del CNCA – Coord. Nazionale Comunità Accoglienza
Giovanni Tagliaferri, segretario nazionale del CNCM – Coord. Nazionale Comunità per Minori

*in attesa di conferma

Per partecipare al Convegno:
– con riconoscimento crediti: piattaforma Zoom, previa iscrizione (entro il 25 gennaio 2022) tramite il link www.progettofamigliaformazione.it/convegno-bb4t.
– senza riconoscimento crediti: sui canali social del Centro Studi Progetto Famiglia (www.progettofamigliaformazione.it)

Segreteria Convegno: tutor.formazione@progettofamiglia.org – 380.749.35.97

Scarica la locandina con il programma del Convegno: https://bit.ly/3nmXW6L

Info sul progetto sperimentale “Bond Building for Teens”: https://www.progettofamigliaformazione.it/bond-building-for-teens

Fare Fundraising: CSV Napoli apre le iscrizioni al nuovo corso di formazione

Favorire l’acquisizione di strumenti operativi a tutti i dirigenti e volontari degli Enti di Terzo Settore, con l’obiettivo di rendere autonome le associazioni nelle attività di raccolta fondi. E’ questo l’obiettivo del nuovo corso di formazione “Fare Fundraising” promosso da CSV Napoli per accompagnare i volontari nella definizione e creazione di una o più attività “su misura”, per rendere competenti ed autonome le associazioni dal punto di vista economico.

4 moduli formativi articolati in 8 lezioni, per un totale di 24 ore di attività, che si svolgeranno online a partire dal prossimo 28 gennaio.

Gli incontri sono gratuiti. Per partecipare compilare l’apposito form online accedendo direttamente all’Area Riservata del CSV Napoli, registrando la propria anagrafica e quella del proprio ente (se non già censiti) e poi sarà possibile iscriversi al corso entro e non oltre il 24 gennaio 2022.

A seguito della conferma di iscrizione sarà inviato il link per la partecipazione al corso attraverso piattaforma Zoom.

Per maggiori informazioni scarica la locandina.

Contributi per l’acquisto da parte di organizzazioni di volontariato di autoambulanze, autoveicoli per attività sanitarie e beni strumentali

C’è tempo fino al 31 gennaio per presentare domanda di contributo, relativamente all’anno 2021, per l’acquisto di autoambulanze, autoveicoli per attività sanitarie e beni strumentali.

Possono fare richiesta:

a) le organizzazioni di volontariato per acquisto di autoambulanze, autoveicoli per attività sanitarie e di beni strumentali;

b) le fondazioni e le organizzazioni di volontariato per la donazione di beni da donare a strutture sanitarie pubbliche.

La domanda di contributo e la documentazione relativa agli acquisti dei beni effettuati nell’anno 2021 vanno trasmesse al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Direzione Generale del Terzo Settore e della responsabilità sociale delle imprese – Divisione III – via Flavia, 6 – 00187 Roma, mediante spedizione con raccomandata A/R (farà fede la data di invio della domanda), o tramite PEC, all’indirizzo DGTerzosettore.div3@pec.lavoro.gov.it con medesima dicitura nell’oggetto – a pena di esclusione dal contributo – entro il 31 gennaio 2022 in un unico plico riportante all’esterno la  dicitura: “Domanda di contributo annuale D.M. 16 novembre 2017 – Anno 2021“.

Documenti

Per informazioni: 0646835039 – 0646835030 – 0646835046