Ecosistemi culturali al Sud Italia. 2 milioni di euro per valorizzare le ricchezze artistiche e culturali del Sud

Valorizzazione e fruizione delle ricchezze artistiche, paesaggistiche e culturali del Sud Italia attraverso la creazione di collaborazioni durature nel tempo che nascano in luoghi del nostro Paese con un rilevante significato storico, artistico, sociale. Questi gli elementi fondamentali del bando da 2 milioni di euro “Ecosistemi culturali al Sud Italia” promosso da Fondazione CDP, ente no profit del Gruppo Cassa Depositi e Prestiti (CDP) e Fondazione CON IL SUD. Il bando è rivolto ai Comuni tra i 5.000 e i 100.000 abitanti in Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna.

“Attraverso questa nuova edizione del Bando Ecosistemi Culturali, Fondazione CDP riafferma il proprio impegno nel generare un valore sociale ed economico condiviso, attraverso la promozione dell’arte e della cultura in Regioni strategiche per lo sviluppo del nostro Paese come quelle del Mezzogiorno, a cui abbiamo deciso di destinare oltre la metà del totale delle risorse a nostra disposizione. Questo bando si arricchisce di una collaborazione importante con la Fondazione Con Il Sud, al fine di proseguire con convinzione il sostegno e la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale di cui l’Italia dispone, a beneficio delle comunità locali e della coesione sociale dei territori”, ha dichiarato il Presidente della Fondazione CDP, Giovanni Gorno Tempini.

“Prosegue l’ormai consolidato impegno della Fondazione CON IL SUD per la valorizzazione del patrimonio storico, artistico e culturale del Sud Italia” ha dichiarato Stefano Consiglio, Presidente della Fondazione CON IL SUD. “Superare il paradosso che vede in tanti comuni del Mezzogiorno spazi non valorizzati, spesso di proprietà pubblica, e tante iniziative sociali e culturali che non partono per mancanza di spazi, è una priorità della Fondazione.  Siamo fermamente convinti che la restituzione di spazi alle comunità – gestiti dalle stesse in un’ottica di coesione sociale – siano strumenti potentissimi per generare sviluppo. In 17 anni di attività la Fondazione CON IL SUD ha sostenuto con circa 16 milioni di euro quasi 40 progetti che vanno in questa direzione”.

Grazie alla collaborazione tra le due fondazioni, le risorse complessivamente destinate al bando hanno visto un sostanzioso incremento rispetto agli 1,2 milioni riservati al precedente bando sul tema promosso dalla Fondazione CDP che ha premiato 10 progetti in altrettante Regioni italiane. Questi fondi sosterranno la promozione di immobili pubblici caratterizzati da un rilevante significato per il territorio attraverso progetti che vedano la presenza di realtà del terzo settore, enti pubblici ed istituzioni culturali locale. L’obiettivo è quello di creare partenariati duraturi nel tempo che utilizzino beni pubblici per sviluppare attività sociali, culturali, artistiche e/o naturalistiche in grado di sensibilizzare e coinvolgere attivamente i cittadini, anche attraverso l’inserimento socio-lavorativo di persone in condizione di fragilità.

Le risorse saranno interamente indirizzate alle Regioni del Mezzogiorno, particolarmente investite da un doppio fenomeno: da un lato una concentrazione più alta rispetto alla media italiana di Comuni che registrano una assenza di offerta culturale[1], dall’altro minor numero di persone[2] che hanno accesso a attività artistico-culturali durante l’anno.

Le proposte, da presentare entro il 15 ottobre, dovranno prevedere partnership composte da almeno quattro soggetti, di cui almeno un ente del Terzo Settore, oltre l’ente proponente capofila, e un ente pubblico su cui insiste il bene immobile oggetto di valorizzazione.

Il testo del Bando “Ecosistemi culturali al Sud Italia” è disponibile sul sito internet della Fondazione CDP e di Fondazione CON IL SUD al seguente link>> fondazioneconilsud.it/bando/ecosistemi-culturali-al-sud-italia/

Le proposte dovranno essere presentate attraverso il portale di Fondazione CDP Impacta, realizzato in collaborazione con l’impresa sociale SocialTechno srl (TechSoup Italia).

Per informazioni e chiarimenti di carattere tecnico: supporto@fondazionecdp.it

Contest #europaXme: Condividi la tua visione di come l’Europa abbia contribuito alla crescita della Città di Napoli

Il contest #europaXme è promosso dal Centro Europe Direct del Comune di Napoli e mira a evidenziare il contributo che l’Europa ha dato e dà alla Città di Napoli attraverso video e foto. Le fotografie e i video dovranno mostrare in che modo l’Europa ha contribuito alla vita, alla cultura, all’istruzione, al lavoro e, in generale, alle politiche di sviluppo della Città di Napoli.

#europaXme è aperto a tutti gli utenti dei social media dai 18 ai 21 anni e che siano disposti a prendere parte a un breve corso sulla cittadinanza democratica precedentemente e durante il viaggio premio.

Per partecipare i giovani dovranno inviare a partire dal 15 Luglio al 16 Settembre 2024 la loro foto o il loro video all’indirizzo e-mail europedirect@comune.napoli.it
Ogni foto o video (di durata massima di 15 secondi) dovrà essere accompagnata da una breve descrizione che spieghi come l’Europa abbia contribuito alla realizzazione dell’obiettivo.
Una commissione individuerà i tre contenuti più interessanti che saranno pubblicati sul profilo Instagram del Comune di Napoli a partire dal 30 Settembre 2024.
Il vincitore sarà sarà colui che ha ricevuto entro e non oltre le ore 20:00 del 7 Ottobre 2024 il maggior numero di “likes” (identificati su instagram con “un cuore”) sulla foto/video pubblicata sul profilo Instagram del Comune di Napoli.

Il vincitore sarà annunciato nella seconda metà del mese di ottobre e riceverà in premio un viaggio di una settimana a Siviglia.

Per tutti i dettagli scaricare il regolamento 

Per info, contattare il telefono fisso: 0817956535.

Innovazione Digitale nel Terzo Settore: Nuove Tecnologie per Amplificare l’Efficacia delle Iniziative Sociali

In occasione della 54esima edizione del Giffoni Film Festival, uno dei più importanti eventi culturali al mondo dedicato alle nuove generazioni, si terrà il summit “Innovazione Digitale nel Terzo Settore: Nuove Tecnologie per Amplificare l’Efficacia delle Iniziative Sociali”, in programma il 27 luglio dalle 10.00 alle 13.00 presso la Giffoni Multimedia Valley, a Giffoni Valle Piana (SA). 

L’incontro vedrà la partecipazione di esperti e leader del settore che condivideranno le loro conoscenze e le migliori pratiche per integrare strumenti digitali avanzati nelle organizzazioni non profit. Saranno presentati casi di studio, progetti innovativi e tecnologie emergenti che stanno già cambiando il modo in cui le fondazioni e le organizzazioni benefiche operano.

L’evento, inserito nel vasto programma di Giffoni, sarà anche una stimolante occasione di networking tra startup innovative, aziende del settore e stakeholders per favorire un dialogo costruttivo sulle tendenze future e l’incontro tra domanda ed offerta per lo sviluppo di contenuti digitali.

Il focus sarà concentrato sulle nuove frontiere aperte dalle tecnologie come l’intelligenza artificiale o la blockchain e descriveremo come la neonata Wishinwell offrirà l’accesso gratuito alla propria innovativa piattaforma a tutte gli ETS in modo democratico e senza barriere. 

Whishinwell consegnerà alle fondazioni presenti che intenderanno aderire come early adopter alla piattaforma anche un importante gesto di ringraziamento, costituito da un importante credito di donazione di spazi advertising digitali sulla piattaforma.

Per partecipare in presenza…clicca qui

L’evento verrà trasmesso anche in livestreaming all’interno della pagina Facebook Giffoni Innovation Hub

 

Diritti umani, ciak si gira! – Concorso di foto e video per i giovani europei

Il concorso di foto e video intitolato “Diritti umani, ciak si gira!”, lanciato per celebrare il 75° anniversario del Consiglio d’Europa, è rivolto ai giovani, invitandoli a utilizzare i loro smartphone o telecamere digitali per veicolare una visione creativa dei diritti umani in Europa attraverso una fotografia o un breve video.
Il concorso è aperto a giovani (fino a 26 anni inclusi) fotografi e cineasti non professionisti, cittadini o residenti di uno dei 46 Stati membri del Consiglio d’Europa.

I temi presentati e il messaggio trasmesso sono rilevanti per il tema dei diritti umani in Europa, e preferibilmente toccano ambiti trattati dal Consiglio d’Europa.
La partecipazione al concorso è gratuita.

I vincitori saranno premiati con un viaggio a Strasburgo. Le opere vincenti saranno esposte nella sede del Consiglio d’Europa e pubblicate sui siti web e nei post dei social media dell’Organizzazione. I partecipanti sono invitati a illustrare il ruolo dei diritti fondamentali nella loro vita quotidiana, il modo in cui percepiscono i diritti umani e le relative tutele o la loro visione del futuro dei diritti umani in Europa.

Per partecipare c’è tempo fino al 14 luglio.

Per maggiori informazioni clicca qui

Aperte le candidature al Premio dell’UE per le donne innovatrici 2025

La Commissione Europea ha presentato l’edizione 2025 del Premio dell’UE per le donne innovatrici, un’iniziativa congiunta sostenuta dal Consiglio europeo per l’innovazione (CEI) e dall’Istituto europeo di innovazione e tecnologia (EIT) che celebra gli straordinari successi delle imprenditrici alla base delle innovazioni più rivoluzionarie in Europa.

Il premio riconosce il lavoro di donne provenienti da tutta l’Unione e dai paesi associati al programma dell’UE per la ricerca e l’innovazione Orizzonte Europa, le cui innovazioni dirompenti favoriscono cambiamenti positivi per le persone e il pianeta.

Categorie di premi:
EIC Donne Innovatrici: aperto alle donne fondatrici e co-fondatrici dell’UE e dei Paesi associati. Tre premi di 100.000, 70.000 e 50.000 euro sono assegnati alle tre candidature più votate.
– EIC Rising Innovators: rivolta a promettenti innovatrici di età inferiore ai 35 anni. Tre premi di 50 000, 30 000 e 20 000 euro sono assegnati alle tre candidature più votate.
EIT Women Leadership: focalizzata sulle donne con un legame diretto con la comunità EIT.  Tre premi di 50.000, 30.000 e 20.000 euro sono assegnati alle tre candidature più votate.

È prevista una sessione informativa online il 5 luglio 2024 (dalle 11:00 alle 12:00 CEST) – Registrazione qui.

Per partecipare c’è tempo fino al 25 settembre.

Per saperne di più…clicca qui

Online gli elenchi dei beneficiari del 5 per mille 2023

L’Agenzia delle entrate ha pubblicato tutti gli elenchi dei destinatari beneficiari del 5 per mille per l’anno 2023. Si tratta di enti del Terzo Settore e Onlus, enti di ricerca scientifica, ricerca sanitaria, associazioni sportive dilettantistiche, enti gestori delle aree protette, ma attività svolte dai Comuni e attività di tutela, promozione e valorizzazione beni culturali e paesaggistici.

I sei elenchi sono pubblicati sia in formato pdf sia in formato csv. Per consentire una migliore fruibilità dei dati in “formato csv”, gli importi totali sono presenti unicamente nei file pubblicati in formato pdf.

Si ricorda che gli enti del Terzo settore che vogliono ricevere il beneficio, solitamente erogato a dicembre dell’anno successivo, quindi del 2024, devono inserire l’iban nel registro unico nazionale del Terzo settore.

Si segnala che è stato raggiunto il tetto di quanto stanziato di 525 milioni di euro, di cui circa 332 milioni di euro destinati a enti del Terzo settore e Onlus, grazie alle scelte di 17.335.628 contribuenti, in aumento di circa 402mila rispetto all’anno precedente (quanto anche in quel caso già si era raggiunto il limite dello stanziamento).

Considerato l’aumento delle scelte, si è ulteriormente acuita la criticità del taglio delle risorse destinati agli enti. Si segnala inoltre che, rispetto allo scorso anno, quanto le risorse destinate a enti esclusi furono ben oltre 14 milioni di euro, quest’anno il fenomeno si è molto ridimensionato, attestandosi a meno di 3 milioni di euro.

Tutti gli elenchi sono consultabili a questo link.