Incarta il presente, regala un futuro: Oxfam cerca volontari per la nuova campagna di Natale

Torna in città il Natale solidale di Oxfam Italia e si cercano volontari per la campagna “Incarta il presente, regala un futuro”.

Oxfam è un organizzazione internazionale che si occupa di approvvigionamento dell’acqua, abbattimento della povertà e di combattere le diseguaglianze in Paesi in Via di Sviluppo, in conflitto e non, come lo Yemen.

Nelle 3 o 4 settimane precedenti al Natale, fino al 24 dicembre, i volontari di Oxfam offriranno un servizio di impacchettamento di regali per i clienti dei negozi aderenti all’iniziativa: Miano La Birreria, Giugliano -Centro Commerciale Grande SUD, COIN Vomero. Organizzati in turni di tre ore, confezioneranno i regali dei clienti in cambio di un’offerta libera, che andrà a sostegno dei progetti di lotta alla povertà dell’associazione.

Se  hai compiuto 16 anni e vuoi colorare di solidarietà questo natale, candidati per partecipare alla campagna.

Per candidarsi, basta inviare un’email con curriculum allegato all’indirizzo: luisa.cacciapuoti@oxfam.it. Per informazioni è possibile chiamare al numero 3897997126.

Il Camper assume: si cercano operatori di strada

Il Camper è una cooperativa sociale onlus che sin dal 1999 si occupa, sull’intero territorio del comune di Napoli, di persone senza dimora e migranti. Gli operatori ogni giorno portano aiuto e sostegno a chi vive ai margini, offrono supporto legale e psicologico, orientano verso i servizi dedicati, visite mediche, ricoveri, accoglienza presso dormitori, docce o mense, accompagnano nella riacquisizione dei diritti di cittadinanza, con l’obiettivo costante di mettere in campo tutte le azioni necessarie per contribuire all’inclusione sociale di queste persone.

La cooperativa è attualmente alla ricerca di un operatore di strada, patentato e con una buona dimestichezza nella guida.

I candidati devono, inoltre, possedere i seguenti requisiti:
– esperienza di almeno 12 mesi, nell’ultimo triennio, in interventi a sostegno di persone senza dimora
– diploma + qualifica professionale in servizi di tipo socio-assistenziale
– laurea triennale e/o magistrale in uno dei seguenti indirizzi: Psicologia, Sociologia, Scienze dei Servizi Sociali (o equipollenti).

Per candidarsi inviare il proprio curriculm vitae all’indirizzo candidatureilcamperonlus@gmail.com

Tappa a Napoli per il Dica Café, l’aperitivo di incontro e networking sulla progettazione europea

Si terrà a Napoli il prossimo 29 novembre, il nuovo appuntamento dei Dica Café, incentrato su finanziamenti europei e programmazione regionale, presso la Opportunity, in Via Montesilvano 5-6, a partire dalle ore 17, e saranno presenti Beatrice Zeulli, UOD Terzo Settore Regione Campania, Gianluca Luise, docente di storia delle istituzioni politiche della Università Federico II e Enzo Porzio, della Fondazione Comunità di San Gennaro, oltre al segretario regionale di Cittadinanzattiva Campania, Lorenzo Latella e i rappresentanti delle organizzazioni promotrici del progetto, .

Il Dica Cafè è un appuntamento gratuito di incontro e confronto sulla progettazione europea che farà tappa a Napoli dopo i due appuntamenti di Palermo e quello di Roma, aperto a tutti. Uno spazio informale di incontro per conoscere fare networking intorno a temi su cui attivare eventuali collaborazioni di progettazione, incontri dedicati allo scambio di informazioni, esperienze e conoscenze in cui le sfide presentate possono essere affrontate grazie alla forza del pensiero collettivo e in cui è possibile dar vita a conversazioni e lavori costruttivi su problemi concreti per trovare, nella condivisione, idee pratiche e innovative.

Il Dica cafè sarà l’occasione per uno scambio di idee, pratiche, punti di vista, intuizioni e riflessioni, che arricchiscono tutti i partecipanti in un’ottica di ascolto reciproco, apprendimento collettivo e valorizzazione del contributo dato dalla diversità di ciascuno. Tutto questo in un ambiente informale che incentivi appunto lo scambio di informazioni, in occasione di un momento tipicamente conviviale qual è quello dell’aperitivo.

25 novembre: Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, anche l’unione ciechi di Napoli si mobilita

L’UICI dice ancora una volta NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE: un forte no alla violenza domestica, no alla violenza in famiglia, no all’amore rubato e strappato, no alla negazione del diritto all’auto affermazione come donna lavoratrice, sposa, compagna, mamma, disabile, cittadina. Il comitato pari opportunità della Sezione di Napoli dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, per sensibilizzare l’intera cittadinanza, organizza un flash mob presso il Real Bosco di Capodimonte ove simbolicamente una panchina verrà tinteggiata di colore rosso. L’appuntamento è per giovedì 25 novembre alle ore 10:00 al Real Bosco di Capodimonte, vicino all’entrata di Porta Grande.

Referente per l’iniziativa è la coordinatrice del comitato pari opportunità – Dott.ssa Antonella Improta tel. 3384893030.

A Natale regala la prevenzione con ALTS

Si terrà domenica 28 novembre dalle ore 11.00 alle 16.00 all’ Hotel Mediterraneo un evento di beneficenza promosso dall’ALTS, l’associazione per la lotta ai tumori del seno.

L’iniziativa nasce come momento di condivisione e socialità ed ha lo scopo di raccogliere fondi per sostenere le attività del Camper Donna sul territorio della città metropolitana di Napoli e regalare, così, la prevenzione a tante donne.

L’unità mobile di senologia è attiva da anni sui territori di Napoli e provincia per promuovere l’educazione alla salute, offrire informazioni ed effettuare gratuitamente visite senologiche ecoguidate per insegnare alle donne la tecnica dell’autopalpazione e renderle, così, autonome rispetto alla prevenzione.

Per partecipare all’evento di solidarietà è possibile contattare la segreteria organizzativa dell’ALTS ai seguenti recapiti:
info@alts.it
081-5511045

“Nuove risposte sulla demenza: dagli effetti del Long Term Covid alle attese dei nuovi farmaci”: 4 incontri gratuiti promossi dalla Federazione Alzheimer Italia

Quali sono le aspettative ma anche le criticità dei nuovi farmaci? Come affrontare le conseguenze neurologiche e psicosociali che il Covid-19 ha causato alle persone con demenza? Quali terapie non farmacologiche sono a disposizione di familiari e caregiver? Che tipo di strategie si possono attivare per la gestione a domicilio di una persona con demenza? A queste domande cerca di rispondere il ciclo di 4 webinar gratuiti di taglio divulgativo promosso dalla Federazione Alzheimer Italia tra novembre e dicembre e dedicato a tutti coloro che si prendono cura di una persona con demenza.

          “Come Federazione Alzheimer Italia abbiamo il dovere di informare i familiari delle persone con demenza su tutte le novità e le opportunità create dalla ricerca e dai nuovi studi, senza alimentare false speranze ma dando le informazioni nel modo più scientifico possibile. Questo ciclo di webinar nasce proprio con questo obiettivo: informare, spiegare e dare spunti ma anche consigli e strumenti utili a familiari e caregiver che si trovano quotidianamente impegnati nella cura di una persona con demenza, affinché non si sentano soli ma sappiano di poter sempre contare sulla nostra presenza” commenta Gabriella Salvini Porro, presidente di Federazione Alzheimer Italia.

I 4 appuntamenti, in modalità online sempre dalle ore 17.30 alle 19, sono tenuti da specialisti che da molti anni si occupano di demenza e collaborano attivamente con la Federazione Alzheimer Italia.

 Si parte lunedì 22 novembre con Aducanumab: tra dubbi e spiragli, in cui Mauro Colombo, ricercatore in gerontologia clinica alla Fondazione Golgi-Redaelli di Abbiategrasso, presenta punti di ombra ma anche opportunità dei nuovi farmaci in approvazione, in particolare Aducanumab, per poter dare un’idea il più chiara e scientifica possibile riguardo alla situazione attuale.

 Il 29 novembre Emanuele Poloni, neurologo e dirigente clinico ASP Golgi-Redaelli e Fondazione Golgi Cenci, presenta Implicazioni neurologiche e psicosociali della pandemia, genesi del long-covid nei soggetti anziani, in cui si affrontano le diverse implicazioni neurologiche e psicosociali che il periodo pandemico sta portando con sé, generando quella che dagli anglosassoni è stata definita la sindrome long Covid, ovvero un insieme di disturbi e manifestazioni cliniche che persistono nel tempo dopo l’infezione.

 Il 13 dicembre è la volta di Demenze: la gestione delle crisi comportamentali ed il progetto RECage con la dottoressa Sara Fascendini, Geriatra Responsabile Centro Alzheimer FERB Onlus di Gazzaniga (BG) che illustra le terapie non farmacologiche a disposizione, in particolare il metodo Validation, un approccio relazionale che si basa sul comunicare con la persona malata attraverso l’empatia per ridurre lo stress, mantenere la dignità e aumentare l’autostima. La dottoressa Fascendini illustrerà anche il progetto RECage, studio europeo che nasce con l’obiettivo di valutare l’efficacia e la qualità di vita del modello SCU-B (Unità Speciale per i Disturbi Comportamentali delle persone con demenza), ovvero una modalità d’intervento rivolta alla persona con demenza e ai loro familiari e caregiver, fornita in unità di cure speciali.

Il ciclo si conclude il 20 dicembre, con Tempo a casa e tempo del prendersi cura: strategie per stare accanto a una persona con demenza con Martina Artusi, terapista occupazionale, che darà indicazioni, strategie e suggerimenti su come gestire al meglio al proprio domicilio eventuali crisi e le principali difficoltà della persona con demenza.

È possibile iscriversi ai primi due webinar al seguente link: http://www.alzheimer.it/webinarnovembre2021.html.

Le modalità di iscrizione agli appuntamenti di dicembre saranno presto disponibili su alzheimer.it e sulla pagina Facebook della Federazione Alzheimer Italia facebook.com/alzheimer.it.

Per altre informazioni chiamare il numero 02 809767.