Il Comune premia l’ASD Polisportiva Silenziosa Partenopea F. Rubino

L’assessora allo sport e alle pari opportunità, Emanuela Ferrante, ha premiato a Palazzo San Giacomo, l’ASD Polisportiva Silenziosa Partenopea F. Rubino di Napoli per la conquista del risultato storico di Vicecampioni d’Italia FSSI calcio a 5 under 21.
L’Associazione, da sempre partecipa alle competizioni con l’obiettivo di stimolare la partecipazione delle persone non udenti allo sport, come momento di aggregazione sociale, di crescita ed integrazione.

“La conquista del secondo posto, dimostra che lo sport rimane un’ottima strategia di integrazione ed inclusione per tutti. La pratica sportiva mette le persone a confronto ed in relazione tra di loro, incrementando le abilità, facendo acquisire consapevolezza di se stessi e consentendo l’inclusione”, ha dichiarato l’assessora Ferrante.

L’articolo Il Comune premia l’ASD Polisportiva Silenziosa Partenopea F. Rubino proviene da Comunicare il sociale.

L’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza avrà un organico permanente

L’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza sarà dotata di un ufficio costituito da personale di ruolo e non più da dipendenti temporaneamente in comando da altre amministrazioni. A stabilirlo è la legge che ha definito le norme di attuazione del Pnrr, appena approvata dal Parlamento e appena pubblicata in Gazzetta ufficiale. Con questo provvedimento l’Italia va nella direzione di assicurare la piena indipendenza e autonomia dell’Autorità garante, indicata sin dal 2019 dal Comitato Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza nelle Osservazioni al V e VI rapporto del Governo.

“È una tappa significativa nel processo di rafforzamento del sistema di tutela dell’infanzia e dell’adolescenza, che arriva proprio in una fase di crisi nella quale è indispensabile dare priorità ai diritti di bambini e ragazzi”, commenta l’Autorità garante Carla Garlatti. Una riforma che la stessa Autorità ha invocato da tempo.

All’ufficio è stata assegnata una dotazione organica finalmente stabile. In tal modo saranno potenziate autonomia, indipendenza e continuità d’azione dell’Autorità. “Si tratta di un primo importante passo verso il rafforzamento dei poteri dell’Autorità garante – conclude Garlatti – in un percorso che auspico porti l’Agia a diventare il centro di governance di tutte le azioni e le iniziative da assumere in materia di diritti dei minorenni”.

A proporre la costituzione dell’ufficio dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza due emendamenti al ddl sul Pnrr a firma rispettivamente dei senatori Luigi Vitali e Nazario Pagano e dei senatori Valeria Valente e Dario Parrini. I testi sono stati poi unificati in sede di discussione davanti alle commissioni riunite I e VII del Senato. Relatori a Palazzo Madama del provvedimento sono stati i senatori Andrea Cangini e Tatjana Rojc. La legge è stata definitivamente approvata dall’aula del Senato il 23 giugno e dalla Camera dei deputati il 29 giugno.

Agli atti del Parlamento giaceva già una proposta di legge del giugno 2021, che andava nella stessa direzione, con prima firmataria la Presidente della Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza Licia Ronzulli.

L’articolo L’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza avrà un organico permanente proviene da Comunicare il sociale.

Il rione Sanità sul tetto d’Europa:la coop La Paranza di Napoli si aggiudica l’European Heritage Award

Hanno contribuito a fare del rione Sanità, un tempo malfamato e degradato, uno dei luoghi di attrazione turistica di Napoli rendendo le Catacombe un importante destinazione culturale. Per questo “La Paranza”, una cooperativa di giovani impegnata da anni nella riqualificazione, si è aggiudicata l’European Heritage Award, il più prestigioso premio europeo per il patrimonio culturale.

Ad annunciare i vincitori dei riconoscimenti, finanziati dal programma Europa Creativa della Ue, sono state la Commissione Europea ed Europa Nostra. La cooperativa napoletana è risultata tra i 30 progetti prescelti, provenienti da 18 paesi e divisi in 5 categorie.
“Questa cooperativa di giovani ha intrapreso un lavoro straordinario a beneficio del patrimonio culturale e dei napoletani, creando un senso di appartenenza nella comunità per i propri beni”, sottolinea le giuria nelle sue motivazioni.

I ragazzi de “La Paranza” hanno lavorato nel recupero del patrimonio culturale della Sanità, rendendo le Catacombe di Napoli un’importante destinazione culturale con evidenti ricadute sulla qualità della vita del quartiere. Il percorso è partito nel 2006, dopo l’arrivo al Rione Sanità del nuovo parroco della Basilica di Santa Maria della Sanità, Don Antonio Loffredo che collabora con loro per un processo di riscoperta del patrimonio culturale e di educazione alla bellezza che coinvolge sia i luoghi che i giovani del quartiere. Le Catacombe di San Gaudioso custodite nella basilica di Santa Maria della Sanità sono affidate alla cooperativa La Paranza che ha riaperto al pubblico nel 2008 l’antico complesso archeologico nascosto nella collina di Capodimonte e dedicato al Santo patrono di Napoli. L’esperienza, supportata fin dall’inizio dalla Fondazione Con il Sud e dalle tante realtà e organizzazioni di Napoli, si è rivelata capace di generare, attraverso la valorizzazione, la tutela e la pubblica fruizione di un bene storico artistico e archeologico dall’inestimabile valore, concreti processi di rigenerazione sociale, economica e culturale nel Rione Sanità.

L’articolo Il rione Sanità sul tetto d’Europa:la coop La Paranza di Napoli si aggiudica l’European Heritage Award proviene da Comunicare il sociale.

Come aiutare il popolo ucraino

In tutta Italia il sistema dei Centri di Servizio per il Volontariato sta supportando volontari, associazioni, singoli cittadini nelle tante iniziative di raccolte di beni primari, farmaci e fondi per aiutare il popolo ucraino. In collaborazione con le Istituzioni e con il Dipartimento della Protezione Civile è partita anche la macchina dell’accoglienza per le persone che necessitano di protezione temporanea.

Al fine di coordinare gli aiuti, le iniziative e tutte le energie che nel territorio della città metropolitana di Napoli si stanno rendendo disponibili, anche CSV Napoli sta svolgendo un ruolo di raccordo tra associazioni, singoli cittadini ed enti locali.

Questa pagina, in costante aggiornamento, nasce proprio per raccogliere informazioni e disponibilità da parte del territorio, a far fronte alle principali esigenze.

Segnaliamo le iniziative attualmente in corso  a cui è possibile aderire per aiutare la popolazione ucraina:

  • SGARRUPATO sta raccogliendo materiale sanitario che verrà consegnato direttamente alla società civile tramite i migranti ucraini che vivono a Napoli. Si raccolgono siringhe, guanti, cerotti, forbici, bendaggi, garze, spugne, compresse antidoloranti, lacci emostatici, camicie per operare. Sulla pagina fb tutte le indicazioni dei punti di raccolta.
  • LEGAMBIENTE ARZANO ha attivato un punto di raccolta di medicinali, detergenti intimi, disinfettanti e antidolorifici, presso il Circolo Legambiente sito nelle palazzine Ina Casa di Via Alfredo Pecchia 90 nei giorni lunedì, venerdì e sabato dalle 9:30 alle 12:30 e martedì, mercoledì e giovedì dalle 16:30 alle 19:00. Sulla pagina fb maggiori dettagli
  • COMITATO ORGOGLIO VASTO ha attivato un punto di raccolta, sempre di materiale medico, presso la Chiesa di Santa Maria del Buon Consiglio in Via Milano. Per gli orari consultare la pagina fb.
  • LET’S DO IT ITALY ha risposto al grido di dolore dei suoi fratelli ucraini, attivando una campagna di raccolta fondi consultabile al link ly/3sqQOJD.
  • YA BASTA Restiamo Umani sta raccogliendo indumenti, medicinali, assorbenti e altri beni di prima necessità. E’ possibile recarsi presso la sede dell’associazione in corso Umberto a Scisciano oppure telefonare ai numeri che trovate sulla pagina fb per far venire un operatore a ritirare a domicilio le donazioni.
  • PRESIDIO LIBERA PORTICI a Villa Fernandes è attiva la raccolta di antibiotici e medicinali vari oltre che tonno, biscotti, the in bustine, scarpe militari, intimo ed altri beni di prima necessità. Sulla pagina fb maggiori informazioni.
  • COMUNITA’ di SANT’EGIDIO – NAPOLI ha aderito alla campagna di donazioni aperta a livello nazionale. E’ possibile donare direttamente con bonifico e troverete tutti i riferimenti nella pagina FB
  • TIENDA EQUOSOLIDALE in Via Solimena 143 (angolo Via Luca Giordano) ha lanciato una raccolta di materiale sanitario che verrà consegnato tramite migranti ucraini che vivono a Napoli. La raccolta avverrà da lun 28 febbraio a ven 4 marzo, dalle 10:00 alle 14:00 e dalle 16:30 alle 20:00.
  • ASSOCIAZIONE LOVE FOR ha attivato presso la propria sede in Via Nicolò Paganini, 30 a Sant’Anastasia un centro raccolta di materiali per bambini (pannolini, salviette, traverse, ecc), abbigliamento invernale, generi alimentari a lunga conservazione, farmaci. E’ possibile donare tutti i pomeriggi dalle 15:30 alle 18:30. Sulla pagina fb ulteriori informazioni e contatti
  • OSPEDALE SANTOBONO ha attivato un centro di raccolta presso il negozio Ucraino di nome Mix in Via Galileo Ferraris 50.
  • I negozi Ucraini in Via Vergini e Via Mario Pagano anche stanno raccogliendo abiti pesanti per adulti e bambini, cibo inscatolato e coperte.
  • TENNIS CLUB POZZUOLI ha attivato un iban sul quale poter effettuare una donazione, ma sta anche raccogliendo farmacia. Sulla pagina fb tutte le informazioni.
  • La CHIESA UCRAINA di Caserta sta invece organizzando un sistema di accoglienza per le mamme con figli che stanno arrivando in Italia. Si cercano famiglie disposte a dare ospitalità. Martedì 1 marzo dalle 9:00, presso l’ex OPG di Napoli in Via del Fiumicello 7 ci sarà una giornata dedicata alle richieste.
  • Il negozio RODYNA in Via Trieste 94 a Pomigliano ha attivato una raccolta di beni di prima necessità ed alimenti in scatola.
  • L’ORDINE DEI GIORNALISTI DELLA CAMPANIA anche ha attivato un punto di raccolta, presso la sua sede in Via Cappella Vecchia 8B, dal lunedì al venerdì
  • LA SOCIETA’ DI SAN VINCENZO DE PAOLI ha avviato una raccolta fondi per le iniziative dei Padri della Missione. Inoltre, in rete con l’associazione Ai.Bi., si è attivata per il sostegno al campo profughi realizzato in Moldavia con invio di beni di prima necessità. Sempre in rete con l’associazione Ai.Bi. a breve comunicherà le modalità di accoglienza nelle proprie famiglie di mamme con minori, previo un corso da seguire, grazie ad un corridoio umanitario nelle ultime fasi organizzative. Chi volesse donare, può farlo attraverso le seguenti modalità: * CONTO CORRENTE BANCARIO Presso BANCA PROSSIMA IBAN: IT76I0306909606100000018852 * oppure CONTO CORRENTE POSTALE NR. 14798367 IBAN: IT94F0760111800000014798367. – Intestati a: Fed. Naz. Soc. di San Vincenzo De Paoli ODV Via G. Ziggiotti, 15 – 36100 VICENZA – Causale: Emergenza UCRAINA.
  • La Fondazione Centro Educativo Diocesano Regina Pacis, Cittadella dell’inclusione, grazie anche al sostegno della Caritas Diocesana di Pozzuoli, aprirà le porte della Cittadella dell’Inclusione ai rifugiati ucraini. Puoi sostenere il loro impegno ad accogliere con una donazione: Fondazione CENTRO EDUCATIVO DIOCESANO REGINA PACIS – Iban: I T 59 H 0103040108000000809263 – causale: accoglienza rifugiati ucraini.
  • La Chiesa Evangelica C3 Reach Napoli in collaborazione con l’associazione internazionale ACP (Azione Cristiani Perseguitati). ha attivato una raccolta di beni di prima necessità, in particolare alimenti e indumenti per bambini e materiale sanitario. E’ possibile donare presso la Chiesa in via vicinale cupa San Severino 7. Per maggiori informazioni è possibile contattare il 3890647697.
  • L’associazione incontriAMOci strada facendo per sostenere i bambini che sono costretti a lasciare il loro paese e regalare loro piccoli momenti di spensieratezza, organizza una raccolta di giochi, libri, penne, quaderni, colori. A causa delle norme anti covid non potranno essere donati oggetti usati. Per donare è possibile contattare il 3347529878.
  • L’associazione I ragazzi della barca di carta sta raccogliendo materiale sanitario che sarà consegnato alla società civile attraverso gli immigrati ucraini che vivono a Napoli. Occorrono siringhe, guanti, cerotti, forbici, bendaggi, garze, spugne, antidolorifici, lacci emostatici, camici per operare, disinfettanti, detergenti intimi, assorbenti, tende da campeggio, parafarmaci pediatrici, latte e cibo per neonati. E’ possibile donare presso la sede dell’associazione nella decima municipalità del comune di Napoli (Via Cincinnato 26) oppure contattare il 345 8503409.
  • L’ associazione OVPPC GIAGUARO ha avviato nell’area nolana una raccolta di beni di prima necessità che saranno consegnati al popolo ucraino attraverso la collaborazione del Conadi (Consiglio Nazionale diritti infanzia) che metterà a disposizione bus per raggiungere il paese colpito dalla guerra. Per maggiori informazioni è possibile contattare il 3511111080 o consultare la pagina fb dell’associazione.
  • Dal 18 marzo al 1 aprile gli studenti dell‘Istituto alberghiero Lucio Petronio di Pozzuoli (Na) realizzano dolci in cambio di una donazione per i rifugiati della guerra. Gli allievi dell’ istituto alberghiero di Pozzuoli “Lucio Petronio” diretto da Filippo Monaco, realizzeranno delle pastiere per raccogliere fondi destinati ai profughi della guerra insieme con la Fondazione Centro educativo Regina Pacis di Quarto, diretta da Don Gennaro Pagano. Da venerdi 18 marzo al primo aprile, sarà possibile acquistare una pastiera con 15 euro in cambio di una donazione per l’Ucraina. È possibile effettuare la donazione presso l’istituto scolastico oppure tramite bonifico a favore della Fondazione, indicando come causale “Un dolce per l’Ucraina” al seguente Iban : IT17Z0103040100 0000633031 89

 

 

Contabilità e bilancio per il Terzo settore. Aperte le iscrizioni al corso di formazione

Le recenti novità introdotte dalla Riforma impongono un riesame degli obblighi contabili del Terzo settore assolutamente diversi dalle previsioni legislative vigenti per altri soggetti.

Per questo CSV Napoli lancia il corso di formazione “Contabilità e bilancio per il Terzo settore” durante il quale saranno approfondite le scritture contabili e la redazione dei bilanci, l’eventuale bilancio di esercizio composto di stato patrimoniale e rendiconto finanziario nel quale trovino allocazione, e quindi vengano rappresentati, i proventi e gli oneri rispettivamente conseguiti e sostenuti dall’ente stesso.
Un aspetto particolare degli obblighi previsti per gli enti appartenenti al Terzo settore è la previsione normativa secondo cui l’ente deve redigere anche una apposita relazione di missione con la quale illustrare le voci di bilancio, l’andamento economico e finanziario e le modalità con cui verranno perseguite le finalità statutarie.
Il legislatore ha poi previsto una semplificazione per gli enti del Terzo settore aventi ricavi e proventi oltre una determinata soglia, che potranno redigere il bilancio nella più pratica forma del rendiconto finanziario per cassa.
La normativa specifica prevede che il bilancio deve essere redatto in conformità ad apposita modulistica definita con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, sentito il consiglio nazionale del Terzo settore. Infine, saranno approfondite le modalità di tenuta dei vari libri obbligatori (degli associati o aderenti, delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee, delle adunanze e delle deliberazioni dell’organo di amministrazione, dell’organo di controllo e di eventuali altri organi sociali).

Si prevede una full immersion in modalità FAD sincrona. Le modalità di lavoro saranno fortemente incentrate sulla partecipazione e il diretto coinvolgimento dei partecipanti.

Il corso è strutturato in 3 incontri per un totale di 15 ore:
venerdì 1 aprile ‘22 dalle ore 14:00 alle 19:00;
sabato 2 aprile ’22 dalle ore 9:00 alle 14:00;
lunedì 4 aprile ’22 dalle ore 14.00 alle 19:00.

RELATORI
Luca Gori, Alessandra Allini, Mario Tani, Diego Simonelli.

Gli incontri sono gratuiti e sono rivolti ai volontari degli ETS della città metropolitana di Napoli e gli aspiranti volontari. Per partecipare compilare l’apposito form online sul sito www.csvnapoli.it accedendo direttamente all’Area Riservata del CSV Napoli, registrando la propria anagrafica e quella del proprio ente (se non già censiti) e poi sarà possibile iscriversi al corso entro e non oltre il 29 marzo 2022. Ad accoglienza della candidatura riceverete la richiesta di compilazione della scheda d’ingresso ed in seguito i link per la partecipazione on line.

Iscriviti ora