NAPOLI- Confronto, riflessione, diritti dei bambini e dei giovani sono i punti cardine del “Festival dei diritti dei ragazzi”, in programma dal 7 all’11 aprile in piazza Duomo a Nola, giunto alla sua quarta edizione. Oltre 30 scuole coinvolte, con migliaia di studenti e più di venti associazioni ed enti non-profit della Campania uniti per il tema comune: “Siamo tutti migranti”. Organizzata dall’Ufficio Scuola della Diocesi di Nola, dalla Cooperativa Sociale Irene’95 e dal Comune di Nola e col patrocinio della Regione Campania, questa quarta edizione aprirà i battenti dal 7 all’11 Aprile con l’obiettivo di accendere i riflettori sulla tutela dei diritti dei ragazzi, sul ruolo di questi ultimi all’interno della comunità.

Tante le iniziative in programma che si svolgeranno non solo in piazza Duomo, ma anche in altri luoghi della città dei gigli. Si comincia alle 9.30 del 7 Aprile con la festa di apertura a cui prenderanno parte alunni e docenti delle scuole del nolano e del vesuviano, nonché gli organizzatori e i rappresentanti dell’amministrazione comunale: il primo cittadino Geremia Biancardi e l’assessore all’istruzione Cinzia Trinchese. Nel pomeriggio, invece, alle 17.30, si darà l’avvio al primo incontro del Festival nell’atrio del palazzo municipale che, moderato da Fedele Salvatore della Cooperativa Sociale Irene ’95, prevede la partecipazione di Virgilio Marone (Direttore Ufficio Scuola Diocesi di Nola), Paolo Mancuso (Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Nola), Elena de Filippo  (Presidente Cooperativa Sociale “Dedalus”), Sergio Serraino (Responsabile Ambulatorio Castelvolturno), Francesco Dandolo  (Responsabile Migrazioni Comunità di Sant’Egidio – Napoli). Una prima giornata ricca di interventi che – inaugurata dai giochi e dai colori della piazza per affermare il diritto di tutti i ragazzi a vivere “senza frontiere, senza barriere e differenze di sorta” – si chiude in bellezza alle 20.30 con lo spettacolo “Memoria Migrante” al Teatro Umberto. Scritto e diretto da Francesco Scotto, lo spettacolo vede fra i suoi interpreti gli studenti degli Istituti di Cicciano, Marigliano, Casamarciano e Nola.

Nei giorni a seguire non mancheranno convegni, concerti, laboratori, eventi sportivi e giornate di studio significative come quella dell’8 Aprile a cui interverrà, fra gli altri, l’assessore alle Politiche Sociali della Regione Campania Lucia Fortini. Tema della giornata sarà “Bambini e ragazzi migranti familiari. Tra genitori che danneggiano e accoglienze efficaci”. Un incontro diviso in sessioni che mira a raccogliere pareri ed esperienze di professionisti e operatori del sociale, i quali spiegheranno in che modo tutelare i bambini e gli adolescenti dai comportamenti troppo spesso fuorvianti delle figure genitoriali. Grande attenzione, inoltre, ai libri, con la presentazione di “Nel mare ci sono i coccodrilli. Storia vera di Enaiatollah Akbari” di Fabio Geda. L’appuntamento con l’autore è fissato per Sabato 9 Aprile, alle 9.30, al Teatro Umberto. Ampio spazio anche alle note nell’ambito della rassegna di gruppi musicali giovanili “La musica che gira intorno” Domenica 10 Aprile, alle 18.00. Da sempre riconosciuta come una forma d’arte in grado di superare ogni confine, la musica, non a caso, può facilitare l’incontro fra culture e razze differenti, può essere uno strumento per favorire la condivisione e la fratellanza. A chiudere il Festival, la consueta marcia dei diritti dei ragazzi l’11 Aprile in Piazza Duomo, a partire dalle ore 9.30. Oltre al sindaco e al procuratore Mancuso, sarà presente il Vescovo di Nola, Sua Eccellenza Monsignor Beniamino Depalma. Alle 18,30, infine, nell’atrio del palazzo municipale, una festa di congedo con esibizioni teatrali e musicali e la mostra fotografica “Il Festival per immagini

di Francesca Coppola