Una convention di due giorni con tutti i Garanti per l’Infanzia d’Italia per affrontare le questioni sociali ancora aperte sul tema dei minori. Contrasto alla povertà educativa, alla violenza, abusi e maltrattamenti, giustizia minorile, affido, adozioni e strutture di accoglienza, salute e benessere sociale sono quotidianamente sul tavolo di chi lavora per il futuro dei più piccoli. A 30 anni dalla Convenzione Onu di New York del 1989 sui Diritti del Fanciullo, ratificata in Italia con Legge n. 176 del 27 maggio 1991 e da altri  196 Paesi al mondo – ad eccezione degli Stati Uniti-, il Garante per l’infanzia e l’adolescenza della regione Campania ha voluto organizzare una due giorni di riflessione e confronto e sul futuro delle politiche per i minori. Partendo proprio dalla Convenzione Onu che ha avuto la preziosa finalità di creare un insieme di garanzie minime a tutela dell’infanzia accettabili dall’intera comunità internazionale e di far riconoscere, per sempre, il fanciullo non soltanto come oggetto di tutela e assistenza ma soprattutto come soggetto di diritto e, dunque, titolare di tutti i diritti riconosciuti a ogni persona umana, si lavorerà a tavoli tematici e tecnici per analizzare la situazione attuale e pensare a possibili scenari futuri.

«Ogni bambino gode ora del diritto di crescere sano e in condizioni di sicurezza- spiga Giuseppe Scialla garante regionale-  di sfruttare il suo potenziale, di essere ascoltato e di essere preso sul serio. Il bisogno più profondo dei bambini, come di ogni persona, è sapere che qualcuno si preoccupa per loro e di sentirsi amati in maniera unica, personale, individuale e continua. Questo 30esimo anniversario vuole essere l’occasione di creare uno slancio per la comunità internazionale e per il nostro Paese Italia, per intensificare gli sforzi, per far prosperare i bambini, per rinnovare l’impegno a proteggerli e promuovere tutti i loro diritti umani».

L’iniziativa è stata organizzata con il patrocinio di UNICEF, Telefono Azzurro, Istituto degli Innocenti di Firenze, CSV Napoli e gli ordini degli assistenti sociali e degli psicologi della regione Campania. Per partecipare alla giornata di lavori del 15 novembre è necessario accreditarsi al seguente indirizzo mail garante.infanzua@cr.campania.it indicando nome, cognome, data di nascita, telefono, email, professione ed eventuale ente di appartenenza. E’ possibile scaricare il programma della due giorni cliccando qui

L’articolo Stati generali dell’infanzia e dell’adolescenza, a Napoli da tutt’Italia per parlare di minori e del loro futuro sembra essere il primo su Comunicare il sociale.

Le adesioni a Scuola e Volontariato sono chiuse. Le scuole e le associazioni interessatre a partecipare potranno trovare tutte le informazioni sul sito istituzionale del CSV Napoli.

Se vuoi essere sempre informato sulle iniziative del CSV Napoli iscriviti alla newsletter 

Clicca sull'icona

 

Il progetto Scuola e Volontariato consente di sensibilizzare i giovani alle problematiche sociali e promuovere un’educazione all’impegno, alla solidarietà ed alla respon- sabilità sociale e favorisce la connessione tra scuole, associazioni di volontariato e territorio/comunità.

Tipologia di attività

• realizzazione di 4 incontri di formazione/laboratori con classi o gruppi di studenti • esperienze presso organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale • realizzazione di eventi con il coinvolgimento delle associazioni e delle scuole
• tutoraggio studenti interessati ad un’esperienza pratica di volontariato

Destinatari

  • studenti
  • organizzazioni di volontariato
  • associazioni di promozione sociale 
  • istituti scolastici

 

Come partecipare?
La partecipazione al progetto Ë gratuita. Ogni anno, nel mese di settembre, sono invitate ad aderire all'iniziativa, attraverso un'apposita manifestazione di interesse, le Scuole Medie Superiori di I e II grado e le associazioni di volontariato dell'area metropolitana di Napoli.

Maggiori informazioni saranno pubblicate sui nostri canali di comunicazione in prossimità dell'attivazione della campagna.

Presto al via la nuova campagna Salute e Prevenzione che come sempre coinvolgerà associazioni e territori.

Vuoi leggere sull'argomento? Clicca qui.

Se vuoi essere sempre informato sulle prossime attività della campagna iscriviti alla newsletter.

*richiedendo l'iscrizione alla newsletter dichiari di aver preso della privacy

Presto on line tutte le novità della nuova edizione della fiera dei beni comuni.

Guarda le edizioni precedenti Clicca qui.

Se vuoi essere sempre informato sulla fiera dei beni comuni iscriviti alla newsletter.

*richiedendo l'iscrizione alla newsletter dichiari di aver preso della privacy

Richiedi un servizio di fotocopie e realizzazione di stampe in A4, A3 e molto altro.  

Richiedi la creazioni di power point, masterizzazione CD e copie DVD.  

 

 

 

E' possibile richiedere una consulenza a partire dal 7 gennaio 2020.

Per essere informati su iniziative di approfondimento che riguardano l'avviso iscriviti alla newsletter

*richiedendo l'iscrizione alla newsletter dichiari di aver preso della privacy

Compila i campi e poni la domanda. Troverai la risposta nelle faq nel minor tempo possibile.

 

All. 1 domanda di partecipazione

All. 2 accordo di partenariato

All. 3 dichiarazione sostitutiva di sussistenza dei requisiti

All. 4 scheda progetto

All. 5 piano economico

All. 6 vademecum delle spese ammissibili e di gestione

Tutta la Modulistica .zip

La Mission

La mission del CSV Napoli, così come indicata dalla normativa di riferimento, è racchiusa in tre anime: promuovere, sostenere e qualificare il volontariato. Il percorso di declinazione della mission, passa attraverso le finalità strategiche intese come le situazioni desiderabili verso cui l’organizzazione è diretta.
Le finalità prioritarie che l’Associazione CSV Napoli ha perseguito, guidando il CSV nelle sue
linee di sviluppo, possono essere così esplicitate:
– valorizzare in ogni ambito di intervento una programmazione che parta dall’analisi dei bisogni del volontariato locale
– porsi al servizio della crescita del volontariato e delle sue reti, attraverso l’animazione del territorio e la valorizzazione delle risorse esistenti
– favorire il protagonismo delle esperienze di impegno volontario e di cittadinanza attiva, sostenendo non solo il volontariato organizzato, ma anche quello informale e di advocacy
– promuovere il Centro e i suoi servizi, per raggiungere sempre più tutti i potenziali destinatari
– evolvere la propria forma organizzativa per essere sempre in grado di aggregare, qualificare, sostenere ed indirizzare la molteplicità delle OdV, ma con l’attenzione a non creare una struttura sovradimensionata rispetto al volontariato cui ci si rivolge
– adottare un sistema di monitoraggio, per misurare efficacia ed efficienza degli interventi
– adottare strumenti per comunicare e rappresentare all’esterno con chiarezza e trasparenza il Centro e le sue attività
– rafforzare la propria presenza nei luoghi di dialogo con le istituzioni in un’ottica di sussidiarietà e non di delega
Riforma del Terzo settore
Il Decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117, noto come Codice del Terzo settore, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 179 del 2 agosto 2017, nel Supplemento Ordinario n. 43. Il provvedimento provvede al riordino e alla revisione organica della disciplina vigente in materia di enti del Terzo settore. In particolare, per quanto riguarda i CSV, dispone che questi eroghino servizi di supporto tecnico, formativo ed informativo per promuovere e rafforzare la presenza ed il ruolo dei volontari negli enti di Terzo settore con particolare riguardo alle Organizzazioni di volontariato. 

Iter adeguamento ODV

01.1 Verbale modifica Statuto ODV

01.2 Verbale modifica ODV con meno di 7 soci fondatori

02. Statuto_ODV

01 Iter da seguire per costituzione nuove ODV

02 Atto Cost_ODV

02. Statuto_ODV

ITER Costituzione APS

1. APS - atto costitutivo

2. APS - statuto

 

ITER Adeguamento APS

01 Verbale modifica APS

01.2 Verbale modifica APS con meno di 7 soci fondatori

02. APS - statuto