Radio 24: parte oggi il progetto “Anche noi disabili”

Radio 24: parte oggi il progetto “Anche noi disabili”

Diffondere in modo oggettivo e concreto la cultura sui problemi quotidiani delle persone disabili, cittadini come tutti gli altri, ma costretti a confrontarsi ogni giorno con ambienti ed esseri umani strutturati unicamente sui bisogni dei normodotati. E’ questo il compito che Radio 24 si propone con il progetto “Anche noi disabili…”, al via da oggi, giovedì 22 ottobre, sull’emittente del Gruppo 24 ORE.

L’iniziativa, trasversale su tutta la programmazione, prende il via da un’ idea di Gianluca Nicoletti conduttore di “MELOG. Cronache Meridiane”.
“Dobbiamo immaginarci “ANCHE NOI DISABILI ” – spiega Nicoletti – proprio perché nessuno di noi può dirsi totalmente esente da momenti di smarrimento nell’accorgersi che non sempre il mondo che ci circonda ci accoglie come noi vorremmo. Siamo tutti disabili di fronte a un atto di prepotenza che subiamo in silenzio, siamo disabili quando qualcuno ci fa sentire inadeguati, siamo disabili quando non riusciamo a competere con le performance altrui. Siamo disabili quando dobbiamo accudire un genitore anziano, un figlio in difficoltà, una persona anche sconosciuta a cui leggiamo in faccia la mortificazione.

Il titolo ha un doppio significato, parlare dei disabili dal loro punto di vista, da un lato, e provare a fare in modo che tutti guardino il mondo con gli occhi di chi deve fare i conti ogni giorno con un qualsiasi tipo di disabilità, dall’altro.

Per fare questo Radio 24 ha creato un numero verde 800 002400 e una mailbox anchenoidisabili@radio24.it dove raccogliere segnalazioni, difficoltà o proposte, idee da sviluppare o situazioni da affrontare. Le segnalazioni diventeranno notizie e storie, punto di partenza per inchieste, campagne mirate e giornate tematiche. Circoleranno dai notiziari ai contenitori informativi e avranno una loro presenza costante in un’apposita area web del sito Radio 24 con testo e podcast.

Verranno raccolte testimonianze anche sui problemi che le persone con disabilità hanno incontrato nel viaggiare, nell’accoglienza alberghiera, nella scuola. Particolare attenzione sarà dedicata a segnalazioni su casi di discriminazione, disprezzo, trascuratezza delle basilari norme di educazione nei confronti di soggetti con handicap fisico, psichico e relazionale. Ma anche ai progetti che funzionano, alle case history italiane ed internazionali replicabili, alla ricerca, alle scoperte scientifiche e alle innovazioni tecnologiche che facilitano la vita, o che possono addirittura cambiarla.

Per saperne di più www.radio24.ilsole24ore.com