“Clima-Rap”, l’iniziativa del WWF per parlare ai giovani dei cambiamenti climatici

“Clima-Rap”, l’iniziativa del WWF per parlare ai giovani dei cambiamenti climatici

Un racconto sul cambiamento climatico, grazie ai contenuti e alle attività proposte, da comunicare a coetanei, famiglie, comunità attraverso i canali social in modo originale e creativo attraverso un CLIMA-RAP: è questa la proposta creativa del WWF dedicata alle scuole primarie e secondarie di primo grado e che segna il primo passo della Campagna Clima in vista di Parigi-Cop21.
Per l’Anno scolastico 2015-2016 il WWF propone alle scuole italiane di diventare Ambasciatrici del clima con il progetto ‘Mi curo di te’ realizzato in collaborazione con Sofidel in partenariato con l’Institut Français Italia.

Grazie ai contenuti e le proposte di attività per conoscere il fenomeno del cambiamento climatico i ragazzi potranno andare a ‘caccia di sprechi’ energetici e di impronta di carbonio dei prodotti e disseminare poi in modo creativo e virale quanto verrà scoperto. Ogni classe potrà così creare il proprio RAP PER IL CLIMA che gli insegnanti caricheranno sul sito della scuola e su altri canali social. Il WWF pubblicherà sui propri canali i rap che avranno ricevuto il maggiore gradimento e numero di condivisioni. Grazie al partenariato dell’Institut Français il rap verrà tradotto anche in francese, la lingua parlata dal Paese ospitante del Summit sul Clima.

E’ il primo passo della Campagna WWF per il clima in vista della COP21 che si terrà a Parigi dal 30 novembre all’11 dicembre prossimi in cui si dovrà raggiungere un accordo globale sul clima.

Un supporto, quello offerto dal WWF e Sofidel ((l’azienda cartaria nota per il marchio Regina) per aiutare la scuola e gli educatori a formare giovani capaci di immaginare un futuro migliore, di vedere le connessioni tra la nostra vita di esseri umani, la natura e fenomeni del mondo, di reagire ai problemi trovando soluzioni alla nostra portata, di comunicare agli altri quello che hanno imparato, diventando moltiplicatori di apprendimenti e buona pratiche.

Per saperne di più e per partecipare www.wwf.it