Avviso pubblico per il finanziamento di progetti afferenti le politiche per la famiglia

Avviso pubblico per il finanziamento di progetti afferenti le politiche per la famiglia

Il Dipartimento per le politiche per la famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri intende promuovere l’attuazione di interventi progettuali articolati in distinte linee d’intervento, allo scopo di dar seguito anche alle esigenze emerse all’esito della Terza Conferenza Nazionale sulla Famiglia, volti a potenziare le capacità d’intervento degli attori pubblici e del privato sociale per fornire adeguate risposte alle situazioni di fragilità e complessità delle famiglie, in linea con gli standard europei ed internazionali.

L’Avviso è finalizzato al finanziamento di progetti, anche di carattere innovativo, nelle seguenti linee di intervento:

Linea A: Conciliazione dei tempi di vita tra famiglia e lavoro;
Linea B: Invecchiamento attivo e solidarietà tra generazioni – Intergenerazionalità;
Linea C: Sostegno alle famiglie in condizioni di fragilità psico-socio-economica;
Linea D: Promozione di contesti sociali ed economici family friendly;
Linea E: Inclusione sociale dei minori e dei giovani;
Linea F: Sostegno ai minori vittime di violenza assistita, agli orfani di crimini domestici e alle loro famiglie affidatarie.

POSSONO PARTECIPARE all’Avviso:
gli enti locali in forma singola o associata;
gli enti pubblici territoriali e non territoriali
gli Enti del Terzo Settore, ovvero gli enti che abbiano una delle forme giuridiche di cui all’art. 4, comma 1, del “Codice del Terzo Settore”, operanti nei settori d’interesse delle linee d’intervento dell’Avviso e che abbiano nello Statuto e/o nell’Atto Costitutivo i temi ad oggetto dell’Avviso;
i soggetti di cui ai punti precedenti di concerto, d’intesa o in forma consorziata.
Per la sola linea d’intervento “conciliazione dei tempi di vita tra famiglia e lavoro” è ammessa la partecipazione, non in qualità di proponenti ma come componenti dell’ATS, di operatori economici quali aziende e imprese, nelle varie forme giuridiche previste dalla legislazione di riferimento.

Per tutti i soggetti partecipanti la realizzazione delle attività progettuali dovrà essere svolta esclusivamente dal proponente, sia in forma singola o di ATS, non essendo ammesso l’affidamento a soggetti terzi delle attività medesime.

Alla realizzazione delle linee d’intervento è destinato un finanziamento complessivo pari a 8 milioni di euro.

Le proposte progettuali dovranno pervenire, a pena irrecevibilità, entro il 28 febbraio 2018.

Per consultare l’avviso completo e scaricare la relativa modulistica…clicca qui