#senzaconfini, rassegna di musica, libri, cinema e cucina senza barriere

#senzaconfini, rassegna di musica, libri, cinema e cucina senza barriere

Sarà Scampia ad ospitare, a partire da settembre, una nuova rassegna culturale, musicale e gastronomica a cura di la Kumpania e dell’associazione Chi rom e…chi no.

In un mondo dove si erigono barriere e si costruiscono muri, vogliamo – spiegano gli organizzatori – coltivare utopie attraverso messaggi di resistenza, contaminazioni culturali, sapori risultanti dalla gustosa combinazione di ingredienti, memorie, storie, percorsi biografici e geografici. Attraverso la nostra rassegna vogliamo proporre una nuova idea di città in cui non vi siano periferie relegate ai margini, bensì diversi centri territoriali che si contraddistinguono ciascuno per la propria ricchezza culturale, in cui non vi siano confini ma connessioni umane, relazioni, percorsi che si incrociano e generano bellezza.

La kermesse si aprirà venerdì 7 settembre a partire dalle ore 20.30 con le splendide voci di Fede’n’Marlen negli spazi del ristorante Italo-Romanì  “Chikù – Gastronomia Cultura e Tempo Libero”.

Di seguito il calendario dei prossimi appuntamenti:
Domenica 16 settembre ore 17.00: Simone Saccucci, Raccontastorie di perideria, da Colle Fiorito (Guidonia- Roma);

Venerdì 5 ottobre ore 20.30: DJELIKAN KOUYATE, la voce del griot dal Mali al Mediterrneo;

Sabato 13 ottobre ore 18.30: Luci sulla Frontiera, un film di Ilaria Urbani sui sacerdoti di strada, e mostra fotografica su Scampia di Fabio de Riccardis;

Venerdì 19 ottobre ore 20.00: Gennaro Avallone presenta il suo libro “Il sistema di accoglienza in Italia. Esperienze, resistenze, segregazione”;

Sabato 27 ottobre ore 18.30: “A Mozzarella Nigga” del film di Demetrio Salvi e Maurizio Capone, con presentazione di Maurizio Capone;

Venerdì 9 novembre ore 20.30: ‘O ROM, musica balcanica;

Sabato 17 novembre ore 18.30: “Vita di Marzouk”, un film di Ernesto Pagano, e concerto di Marzouk Mejiri.

Tutte le serate saranno allietate dalle prelibatezze di Chikù – La Kumpania.