Le stelle di Natale AIL compiono 30 anni

Le stelle di Natale AIL compiono 30 anni

Era il 1989 quando, la sezione AIL di Reggio Calabria, organizzò un evento in piazza per vendere le prime 500 Stelle di Natalem e con i fondi raccolti acquistare dei macchinari necessari all’ematologia locale. L’idea fu riconosciuta e apprezzata e anno dopo anno scesero in piazza anche le altre Sezioni AIL. Così le Stelle sono diventate una vera e propria icona della solidarietà, che ha contribuito a finanziare la ricerca scientifica e l’assistenza ai pazienti ematologici. La manifestazione giunge quest’anno al 30° anniversario e gode dell’alto patronato del Presidente della Repubblica. Nei giorni 7-8-9 dicembre l’AIL tornerà nelle piazze italiane grazie all’impegno di migliaia di volontari che offriranno una piantina natalizia a chi verserà un contributo minimo di 12 euro.
I fondi raccolti saranno impiegati per:
finanziare la Ricerca
potenziare il servizio di Assistenza Domiciliare per adulti e bambini
sostenere le Case Alloggio
finanziare i servizi Socio-Assistenziali alle famiglie
supportare il funzionamento dei Centri di Ematologia, i Centri di Trapianto di Cellule staminali e i laboratori per la diagnosi e la ricerca
promuovere la formazione e l’aggiornamento professionale di medici, biologi, infermieri e tecnici di laboratorio
L’iniziativa ha permesso negli anni di di destinare somme significative al finanziamento di progetti di Ricerca Scientifica e di Assistenza Sanitaria, contribuendo a far conoscere i progressi nel trattamento dei tumori del sangue.

La “buona Stella” si riconosce bene: cercate il caratterizzante logo A.I.L. sull’incarto e su tutto il materiale promozionale che vi verrà consegnato. Grazie all’organizzazione federale dell’associazione, i fondi raccolti in questa occasione (circa 8 euro per ogni pianta, al netto delle spese) rimarranno interamente alle sezioni provinciali per le attività sul territorio.

Inoltre fino al 16 dicembre, sarà attivo il numero solidale 45585. Inviando un sms da cellulare (costo 2 euro) o chiamando da telefono fisso (costo 5 o 10 euro a seconda del gestore) si contribuirà in particolare a sostenere il progetto “AIL ACCOGLIE”, per il mantenimento e il potenziamento dei servizi di “casa AIL”, attualmente presenti in 36 sezioni.

Per saperne di più www.ail.it