La seconda vita degli ombrelli distrutti dalle raffiche di vento

La seconda vita degli ombrelli distrutti dalle raffiche di vento

Nella sede dell’Associazione Socio Culturale “l’Incrocio delle Idee”, nei giorni scorsi è stata presentata la campagna promossa dalla stessa associazione denominata “La seconda vita degli ombrelli distrutti dalle raffiche di vento”
Una idea venuta osservando, nelle giornate di pioggia e forte vento, la città invasa da ombrelli rotti abbandonati per strada. Uno spettacolo tutt’altro che edificante che imbruttisce la città e crea anche pericoli con gli ombrelli che vengono violentemente spostati dal vento.
L’associazione invita dunque i cittadini a non abbandonare l’ombrello per strada, di portarlo all’associazione dove gli sarà dato in omaggio una shopper realizzata, dopo una accurato lavaggio, da un altr’ombrello distrutto dal vento.
Un esempio, un messaggio che vuole essere una provocazione – ha affermato la presidente del sodalizio Giovanna Massafra – per dire che molto è possibile fare se veramente si crede nelle cose. Una iniziativa originale che già in questa prima fase ha registrato l’impegno di tanti soci, una iniziativa a favore del bello, dell’ambiente e non ultimo, del riciclaggio.
Dalla coordinatrice della campagna, Teresa Sansone, è stato precisato che gli ombrelli rotti potranno essere consegnati ogni martedì dalle 17.30 alle 19.00 presso la sede dell’associazione in via Gesù, 29 a Castellammare di Stabia, e nella stessa serata sarà consegnata la shopper.
Testimonial dell’iniziativa la cantate Fiorenza Calogero, intervenuta alla presentazione, che ha elogiato l’iniziativa, ne ha sottolineato i suoi positivi aspetti relativamente alla tutela e la cura dell’ambiente e dunque della città, oltre a lodare i soci dell’associazione per la loro idea e per il loro impegno a favore, appunto, della città.