Fiera dei Beni Comuni: in piazza le associazioni con laboratori e attività ricreative

Fiera dei Beni Comuni: in piazza le associazioni con laboratori e attività ricreative

Anche quest’anno la Fiera dei Beni Comuni, che si terrà in in Piazza del Gesù Nuovo nei giorni 1 e 2 dicembre prossimi, ospiterà un’agorà espositiva, vetrina di buone prassi, dedicata alle associazioni di volontariato della provincia di Napoli che potranno promuovere la propria attività e motivare, attraverso laboratori e animazione, la cittadinanza all’impegno per lo sviluppo e la valorizzazione del nostro territorio.

Saranno presenti le associzioni ALTS, UNIVOC Napoli, Restiamo Umani, ABIO Napoli, Love for Sant’Anastasia, Italia animalista in movimento, Torre dei giovani, Manitese Campania, A.N.I.P.I. Campania, Zimmermann, Elfan, Gruppo archeologico Terramare 3000, I girasoli dell’est e Commonweal, il sentiero della felicità, Arrevutammoce.

Tra le tante attività in programma: venerdì dalle 9.30 alle 18.30 a bordo di Dudù, il camper del volontariato, l’ALTS effettuerà visite senologiche gratuite nell’ambito dell’iniziativa “La salute…un bene comune”, sempre venerdì dalle 11.00 alle 12.00 l’UNIVOC di Napoli ci guiderà alla scoperta dei nostri sensi con la passeggiata al buio. Nel pomeriggio, dalle ore 15.00 e sabato mattina dalle 10.00 alle 12.00, laboratori di gomma crespa, manipolazione di palloncini e creazione di colori naturali a cura delle OdV Abio Napoli, Love for Sant’Anastasia e Commonweal, il sentiero della felicità.

Faranno da cornice ai laboratori piccoli spettacoli di musiche e danze popolari e una sfilata in costumi storici organizzati dalle associazioni Restiamo Umani e Gruppo archeologico Terramare 3000.

Ad animare la piazza anche trampolieri e giocolieri della Cooperativa Sociale Il Tappeto di Iqbal. Si tratta di giovani adolescenti dei quartieri di Barra e Ponticelli che partecipando ai laboratori di teatro civile si sono appassionati al circo sociale diventando famosi in tutto il mondo.
Tra le tante realtà sociali presenti alla Fiera, troveremo a curare gli allestimenti floreali anche i ragazzi del centro sociale polivalente La Gloriette, un bene confiscato alla mafia gestito dalla Cooperativa Sociale L’orsa Maggiore, che oggi offre servizi ed interventi finalizzati a migliorare la qualità della vita delle persone disabili e delle loro famiglie e ad occuparsi del ristoro per i volontari le donne italiane e rom de La Kumpania, un’impresa sociale di Scampia che opera nel campo della gastronomia multiculturale promuovendo la passione per il mangiar bene, la cura nella preparazione dei cibi, l’attenta ricerca delle materie prime, la curiosità e la scoperta di nuovi sapori.

Scarica il programma completo dell’evento…clicca qui