Aziende confiscate alle mafie, in programma il Seminario di formazione “Io Riattivo il Lavoro”

Aziende confiscate alle mafie, in programma il Seminario di formazione “Io Riattivo il Lavoro”

L’Assessorato al Lavoro del Comune di Napoli, in collaborazione con Libera Campania e le Organizzazioni Sindacali CGIL-CISL-UIL, in vista della XXII giornata della memoria e dell’impegno in ricordo di tutte le vittime innocenti delle mafie che si terrà il 21 marzo 2017, promuove due appuntamenti dedicati al tema.

Il prossimo 6 marzo c.a., alle ore 16.00, presso la Sala della Giunta di Palazzo S. Giacomo (Piazza Municipio, Napoli) si terrà un Seminario di formazione e di confronto sul tema delle aziende sequestrate e confiscate alle mafie, dal titolo “Io Riattivo il Lavoro”. Riteniamo sia necessario uno sforzo comune al fine di mettere a sistema competenze, idee e saperi, per fronteggiare un fenomeno che presenta dati allarmanti su tutto il territorio nazionale: si stimano, infatti, in 72.000 il numero di lavoratori che sono rimasti senza tutele e senza lavoro dopo la chiusura di aziende confiscate alle mafie.

Non possiamo permettere di far passare l’idea che quando è il crimine organizzato a gestire l’azienda ci sono possibilità di lavoro e opportunità, e che quando poi interviene lo Stato tutto svanisce. Bisogna disinnescare questo pericoloso messaggio, ribadendo che a causa delle mafie perdiamo possibilità di sviluppo e posti di lavoro. Uno degli obiettivi principali dell’iniziativa è, quindi, la costituzione di un Osservatorio del Comune di Napoli sulle imprese confiscate.

All’indomani del Seminario, il 7 marzo c.a. dalle ore 11.00, giorno in cui ricade l’anniversario dell’approvazione della legge sui beni confiscati (L. n.109 del 7 marzo 1996), insieme alle organizzazioni sindacali CGIL, CISL e UIL, presso il Palazzo Mediceo di Ottaviano (bene artistico e culturale confiscato al boss Raffaele Cutolo) dedicheremo, invece, un’intera mattinata al ricordo dei lavoratori vittime delle mafie e ai diversi contributi provenienti dal mondo del lavoro nella lotta alle organizzazioni mafiose, con testimonianze sindacali e istituzionali.

Per saperne di più…clicca qui