Calici Solidali: i ragazzi meno fortunati in campo per i ragazzi meno fortunati

Calici Solidali: i ragazzi meno fortunati in campo per i ragazzi meno fortunati

Otto ragazzi con sindrome di down saranno protagonisti di una cena di beneficenza a favore di altri giovani con difficoltà motorie e fisiche.
L’obiettivo è, infatti, quello di incrementare il numero dei partecipanti del progetto “Acqua senza barriere” la cui finalità è quella di favorire l’integrazione, l’autonomia ed i rapporti sociali.
L’appuntamento è per giovedì 24 maggio ed è finalizzato proprio alla raccolta delle risorse che contribuiranno alla concretizzazione dell’iniziativa promossa dall’associazione “Il cielo di Sara”
Location dell’evento sarà l’Agriturismo di città della cooperativa agricola Eccellenze Nolane che si trova a Nola, in via Mario De Sena. Ad accogliere gli ospiti ci saranno dunque gli 8 alunni dell’Istituto Alberghiero di Ottaviano che si dedicheranno al servizio in sala, alla cucina, al bar ed al ricevimento.
I ragazzi, di età compresa tra i 16 ed i 23 anni, saranno dunque i primi a prodigarsi per l’iniziativa dall’alto valore solidale.
Perché partecipare alla cena solidale lo spiega Antonio Foglia dell’associazione “Il Cielo Di Sara”: “Offrire il proprio contributo all’evento significa soprattutto testimoniare che se è vero che esistono barriere fisiche non vi sono invece impedimenti culturali e pregiudizi. Significa, insomma, anche dimostrare che è dovere di chi è più fortunato aiutare chi è più indietro”.
E’ naturale – dice Giovanni Trinchese di Eccellenze Nolane – aderire e sostenere iniziative come Calici Solidali. Il progetto che con la nostra startup agricola stiamo portando avanti ormai da qualche anno parte proprio da due presupposti: la valorizzazione delle eccellenze, agricole, culturali ed umane del nostro territorio, e l’inclusione sociale”.